Il making of nell’emergenza COVID-19: il lavoro di Savina Bonomi

Scritto da Paolo M.G. Maino

20 Apr, 2020

Iniziamo la settimana (ancora di lockdown purtroppo, ma speriamo che si vada verso un deciso miglioramento!) con una nuova intervista. Questa volta ha accettato il nostro invito: Savina Claudia Bonomi che in redazione si occupa della cura editoriale di tante serie tra cui ad esempio Julia (e ha supportato Bilotta in Mercurio Loi a cui noi di FumettiAvventura siamo molto legati con le Antologie di Chiara e Giacomo) e anche diversi prodotti da libreria tra cui ad esempio l’intrigante progetto de Il Confine.

Quindi dopo la prima intervista scritta a Luca Barbieri, curatore di Dragonero, e ad Adriano Barone, che si occupa di varie questioni ‘social’; dopo  l’intervista video a Giorgio Giusfredi, co-curatore di Dampyr e braccio destro di Mauro Boselli, sul nostro canale YouTube Fumetti Avventura TV; dopo un’altra intervista per il blog a Tino Adamo, dello staff dei grafici, e Marina Sanfelice, storica letterista nonché creatrice del font SBE; un’altraGianmaria Contro, curatore tra le altre cose de Le Storie; dopo la disponibilità di Moreno Burattini a rispondere alle nostre domande e quella di Roberto Banfi di farci entrare a casa sua, eccoci a chiacchierare con Savina Bonomi. Partiamo! 

Savina Claudia Bonomi

Il making of nell’emergenza COVID-19: il lavoro di Savina Bonomi

FumettiAvventuraCara Savina, grazie di aver accettato il nostro invito. Partiamo! Descrivici il vostro lavoro per Sergio Bonelli Editore in questi giorni di smart working.

Savina Bonomi: Lavoro da casa due giorni su cinque. Gli altri tre sono in redazione. A casa mi barrico in cucina con il portatile, per non essere disturbata da due figlie e tre gatte! Per lo più il lavoro lo svolgo con e-mail, messaggi whatsapp e chiamate al telefono. In redazione gli scambi tra colleghi sono più veloci e più semplici. Per alcune cose, poi, io lavoro ancora alla vecchia maniera. Se devo revisionare una storia ho bisogno di averla sulla carta e di fare le mie annotazioni con la mia fidata penna rossa.

FumettiAvventura: Ora la Domanda con la D maiuscola! Come tutte le crisi, oltre a sperare che passi in fretta, è sempre inevitabile che, al termine della stessa, tanto o poco sia destinato a cambiare. Che cosa potrebbe cambiare in meglio del tuo lavoro e che cosa invece potrebbe avere strascichi negativi?

Savina Bonomi: Questa crisi credo abbia insegnato a tutti noi che lavoriamo in Bonelli che siamo una squadra. Un team che funziona bene, ben coordinato. Tutti collaborativi per fare in modo che si raggiunga l’obiettivo più importante: non perdere nemmeno un’uscita in edicola. Fa parte dell’insegnamento che abbiamo ricevuto da Sergio Bonelli: il rispetto per il lettore. Questo rispetto sarà sempre un punto saldo che non verrà mai a mancare anche quando le modalità del nostro lavoro cambieranno.

Sarà certo positivo poter usufruire della tecnologia e lavorare anche da casa se sarà necessario, ma credo che lo scambio diretto tra colleghi sia un elemento insostituibile.

Julia

FumettiAvventuraEd ora una occhiata al futuro! Su cosa stai lavorando ora?

Savina Bonomi: Lavoro come sempre alla serie Julia, le avventure di una criminologa e seguo anche Il Confine, che per ora esce solo in formato librario. Ma la Casa editrice è sempre proiettata verso il futuro, al lavoro su nuove proposte, sensibile ai cambiamenti di gusto del pubblico. Ci aspettano ancora molte belle storie da leggere.

Il Confine 3

FumettiAvventura: Hai lavorato e lavori a due serie segnate dalla presenza di due sceneggiatori dalla forte presenza e identità: Berardi e Bilotta. Che cosa vuol dire per te lavorare con questi due grandi autori?

Savina Bonomi: Lavoro e ho lavorato con grandi professionisti, attenti a ogni aspetto di ogni singola storia: personaggi, dinamiche e contenuti. L’impianto narrativo deve essere solido, i personaggi devono saper recitare, non devono esserci incoerenze. Da questi professionisti, come Berardi, Ambrosini, Bilotta, Uzzeo e Masi, imparo qualcosa di nuovo ogni giorno. Direi che questo, insieme al fatto di vivere in un mondo di avventure, è il bello del mio lavoro.

FumettiAvventura: e direi che lo capiamo benissimo! Grazie per il tempo che ci hai regalato e per la disponibilità che ci hai dimostrato! Buona lavoro e a presto!

Ti potrebbero interessare

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *