Le interviste agli autori: Alberto Conte – Tesla & the secret Lodge

Scritto da Paolo M.G. Maino

23 Ott, 2019

In vista – ormai tra pochi giorni, dell’uscita di Tesla & the secret Lodge, nato da un’idea di Andrea Corbetta (che abbiamo recentemente intervistato), trasformato poi in produttore, abbiamo raggiunto lo sceneggiatore di questo primo volume (…primo di molti speriamo!): Alberto Conte. A lui abbiamo chiesto che cosa ci aspetta mercoledì 30 ottobre quando potremo stringere tra le nostre mani il fumetto!

Intervista ad Alberto Conte

Fumetti Avventura: Ciao Alberto, grazie per aver accettato di farti intervistare! Prima di parlare di Tesla, come spesso facciamo noi di FumettiAvventura, ti voglio chiedere di raccontarci un po’ di te e di come ti sei formato per i fumetti.

Alberto Conte: Ciao Paolo! È presto detto: la mia formazione è passata attraverso la lettura di migliaia di fumetti nel corso degli anni, soprattutto statunitensi e francesi. Gli italiani mi sono sempre risultati datati come modulo narrativo. Ho studiato sceneggiatura cinematografica ai tempi dell’università e questo mi ha aiutato anche nella visualizzazione delle storie da scrivere. Ho fatto per anni recensioni (siti, riviste e quotidiani) e poi sono passato al lato oscuro, ovvero la creazione. Era una sfida che desideravo affrontare da tempo e il supporto di un amico e grande disegnatore quale Luca Rossi ha aiutato moltissimo.

 

 

Fumetti Avventura: Quali sono i lavori a cui tieni di più?

Alberto Conte: I lavori cui tengo di più sono le due storie brevi e i tre volumi realizzati appunto con Luca: Il capo (pubblicato dalla defunta Alta Fedeltà), In the blues (apparso sulla storica rivista Heavy Metal), L’ultimo della listaU.S.S. e Le fauteuil du diable (pubblicati in Italia da Magic Press, in Francia da Clair de Lune ed in U.S.A. da Caliber Comics).

Fumetti Avventura: Come sei stato coinvolto da Andrea Corbetta nel progetto?

Alberto Conte: Andrea mi ha circuito dopo abbondanti libagioni, nonostante il mio primo rifiuto. Ha vinto le mie resistenze, offrendomi (oltre ad un compenso faraonico) ciò che è il bene più prezioso per un autore. La libertà creativa. Mi ha fatto leggere la sua bozza di progetto, che ho cortesemente azzerato, per poi costruire un progetto ex novo.

 

Fumetti Avventura: Prova a spiegarci qual è il contributo tuo sull’idea di Andrea. Che accortezze hai dovuto tenere a mente nel tuo lavoro di sceneggiatura rispetto all’obiettivo finale deciso con Andrea?

Alberto Conte: Andrea ha avuto l’intelligenza che pochi hanno, di fare il passo indietro affidandosi ad un team di professionisti (cito Roberto Leoni ed Andrea Cuneo, oltre al sottoscritto), dimostrando la capacità di gestire il progetto al meglio: sua anche l’intuizione di variare il formato della pagina, rendendolo più internazionale.

Fumetti Avventura: Che tipo di fumetto è Tesla?

Alberto Conte: Il numero zero di Tesla & The Secret Lodge è un fumetto che coniuga insieme diversi generi (come spesso sono solito fare), dalla SF al noir all’horror, con dialoghi violenti quanto ironici: si parla di una guerra segreta e la violenza verbale e di comportamento ha la stessa forza dei combattimenti e delle sparatorie presenti nella storia.

Nel mio progetto per quest’eventuale miniserie (si tratterà di trovare un editore interessato), condiviso da Roberto e Andrea (Corbetta), anche il cast dei personaggi cambierà – a parte Tesla, ovviamente – nel corso delle avventure: sarà sempre un mix di personaggi storici e di fantasia, tutti legati da una vicenda che prende spunto da un fatto storico. Il lavoro più complesso, infatti, è stato quello di verificare la verosimiglianza della  storia e dei futuri incontri dei componenti del gruppo.

 

Fumetti Avventura: Cosa dobbiamo aspettarci dalla lettura di Tesla?

Alberto Conte: Nikola Tesla è un genio precursore cui dobbiamo buona parte della tecnologia attuale, definito da Einstein come l’uomo più intelligente della Terra (e se l’ha detto il buon Albert, ci possiamo fidare…), truffato da Edison, e sottoposto ad un’azione programmata di discredito dagli organi di stampa e dalle agenzie federali U.S.A …semplicemente un personaggio affascinante: è, se vogliamo, Tony Stark, ma con un carattere introverso e caparbio a renderlo più umano.

In questo racconto troverete anche Mata Hari, Mark Twain, la Creatura di Frankenstein, Wyatt Earp e Thomas Jefferson Newton (il primo che ricorda di chi si tratta alzi la mano alla presentazione!): un insolito gruppo di eroi, forse loro malgrado.
Una sensuale spia, un arguto umorista, un revenant inarrestabile, un pistolero dalla dubbia moralità, uno sconosciuto dai molteplici talenti: cosa possono avere in comune?
Una parte della risposta verrà rivelata in ogni avventura: come tessere di un puzzle che verrà a comporsi e chiarirsi a ogni puntata.
Fumetti Avventura: Hai lavorato anche con Cecilia Formicola nel passaggio da sceneggiatura a tavola disegnato? Come è stato l’esito finale?

Alberto Conte: Lavorare con Cecilia è stato interessante, perché innanzitutto mi ha ricordato di non dare nulla per scontato: le mie sceneggiature sono piuttosto particolareggiate e talvolta la sua interpretazione mi ha sorpreso ed altre volte abbiamo faticato a trovare la quadra.

Si è trattato di confronti fra le parti: essendo l’obbiettivo una realizzazione creativa possibile solo attraverso il lavoro in simbiosi,  è stato importante da parte mia rispettare la sua propensione estetica, come da parte sua rispettare le mie scelte per la funzionalità della narrazione.
Come ho scritto sopra, il progetto nasce da uno spunto di Andrea, mentre tutto il resto è assolutamente mia responsabilità, ma soprattutto mio piacere.

 

Fumetti Avventura: Hai ora qualche riga per invitare alla lettura! Facci uno spot per Tesla!

Alberto Conte: L’obiettivo comune era realizzare un fumetto divertente ed interessante: credo siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo, grazie anche al grande lavoro di editing di Roberto e all’attenta revisione grafica di Andrea Cuneo.
L’ultima parola spetta ai lettori.
Raggio della morte!
Basta questo ad entusiasmare uno scrittore e spero anche i lettori.

Fumetti Avventura: Grazie Alberto! Hai ancora di più creato in me l’attesa per questo volume che per chi andrà a Lucca si potrà trovare presso la fumetteria Il Collezionista e dal sito www.teslailfumetto.com e vi ricordo che domenica 3 novembre alle 16.00 presso la Chiesa dell’Agorà sempre a Lucca si potrà partecipare alla presentazione ufficiale alla presenza degli autori.

Ma innanzitutto, come ci ha detto Alberto: Parola ai lettori!!!

Ti potrebbero interessare

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *