Uno sguardo al futuro prossimo: la Bonelli a maggio/giugno 2018

Scritto da Paolo M.G. Maino

27 Apr, 2018

Con un anticipo di qualche giorno rispetto al 1º maggio è stato pubblicato il bimestrale Giornale di Sergio Bonelli. Proviamo qui a commentare qualche immagine e a condividere con voi delle considerazioni su quello che ci aspetta.

1. Luca Enoch a tutto tondo su Dragonero

Con questa bellissima tavola in anteprima con la pietra degli ubiqui pronta a trasportare lontano lontano Ian, iniziamo ad ammirare un numero a lungo atteso: Enoch autore completo di testi e disegni in un’avventura di Ian. Lo aspettavamo da anni e sapevamo che sarebbe arrivato dopo la conclusione della saga di Lilith ed ora Enoch si prende l’onore e l’onore di raccontarci il viaggio più misterioso che Ian abbia mai percorso.

2. Corrado Roi su Dampyr

A concludere una trilogia a firma Mauro Boselli che si prospetta come epocale, arriva Corrado Roi. Splendida la tavola mostrata in preview. L’atmosfera ricorda un contesto onirico e la sintesi del sito racconta di un Harlan in cammino sul crinale tra sogno e realtà. Dove saremo condotti? E ricordiamo che a maggio ci sarà la variant del numero che avrà come protagonista Tesla (da domani per i fortunati del Comicon… ma vietato lo spoiler!!! Invidia!

3. Orfani: la fine del viaggio

Con Sam 12 si conclude il percorso delle 4 stagioni (più due mini stagioni) di Orfani e la copertina ce lo ricorda riproponendo il quintetto originale in un evidente omaggio da una parte e alla ricerca di una costruzione ad anello dall’altra. Sam è stata per me una buona serie con buoni personaggi simpatici e ben costruiti, e una serie per me più fantasy che di fantascienza stretta. Certo il livello dopo la prima serie è stato più basso e la caduta nel citazionismo a volte si è esasperata, ma sono contento di aver portato avanti la lettura di tutto il percorso in cui ho potuto apprezzare il tentativo di dare una visione di insieme coerente.

E alla fine Ringo è sempre il migliore!
4. Nathan Never: da Sin City a Ken il guerriero

Le copertine parlano da sole: la miniserie Generazioni ideata da Antonio Serra dà due strizzate d’occhio a due capisaldi del fumetto internazionali: Sin City di Frank Miller con i suoi bianchi, neri e rossi e uno dei manga più noti in Italia: Ken Il Guerriero: andate poi a guardare le tavole di Dall’Oglio per apprezzare il coraggio delle scelte della casa editrice milanese.

5. Torna Marcus, l’uomo volante (senza spoiler… ah ah)

Dopo i complimenti alla bellissima copertina di Alessandro Piccinelli (la miglior di tutte per il bimestre per me), in questo caso si sorride un po’ perché il mistero dell’anteprima del numero di maggio è ora stata svelata dalla cover postata in anteprima. Forse valeva la pena mettere un ‘in lavorazione’! Poi niente di male intendiamoci. Io godo nel seguire lo svolgersi della storia e non soffro per spoiler come questi.

6. Giugno, o della bellezza del Texone

 

Ho già visto qualche tavola in più del Texone di Majo in un passaggio alla Bonelli qualche tempo fa e anche quest’anno ci troveremo di fronte ad un volume da contemplare e da gustarsi e rigustarsi. Garantito!

7. Morgan vs Wallendream

È la resa dei conti tra Morgan e la sua nemesi e il percorso notevole e al cardiopalma creato dalla genialità di Chiaverotti si avvia alla conclusione. Dark Novels è per me una storia di altissimo livello realizzata da grandissimi disegnatori. Leggetela se non lo avete ancora fatto.

8. Paura e tensione ne Le Storie

 

Una storia quella di Costantini e Montalbano che si prospetta ricca di colpi di scena! Sono davvero curioso di leggerla sia per soggetto e sceneggiatura sia per i disegni. Le Storie è una serie a cui tengo per il gusto della narrazione di genere che è così ben curata.

Buon Maggio e Giugno, in attesa di altre scorpacciate estive!

E ovviamente raggiungeteci nel gruppo FacebookL’avventura a fumetti da A(dam) a Z(agor).

Ti potrebbero interessare

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *