Scisma. Rivelazioni – di Mattia Lavagno, Marco Pedon, Lorenzo Nicoletti

Scritto da Paolo M.G. Maino

14 Ago, 2019

È fresco di stampa un coraggioso nuovo fumetto seriale edito da Eretika Edizioni dal titolo Scisma. Rivelazioni.
Coraggioso per il tema trattato (su cui arrivo a breve), coraggioso perché bisogna aver coraggio per rischiare con un prodotto da libreria/fumetteria in un contesto in cui in mezzo alla crisi in realtà si moltiplicano i prodotti, coraggioso perché gli autori sono di fatto esordienti, coraggioso perché Marco Pedon ha portato avanti un progetto nato con Mattia Lavagno anche quando quest’ultimo è purtroppo mancato troppo precocemente.

E aggiungo subito che oltre che coraggioso si tratta di un prodotto davvero buono e curato.

Scisma. Rivelazioni

 

Soggetto: Mattia Lavagno e Marco Pedon

Sceneggiatura: Marco Pedon

Disegni e lettering: Lorenzo Nicoletti

Editing: Marco Pedon e Claudia Padalino

Vediamo di presentare contesto e temi: in un futuro vicino (2027) si sviluppa un lotta sotterranea tra losche figure di una misteriosa e violente setta segreta che pare dominare tutte le più importanti scelte politiche, economiche e religiose. Ma nella setta non tutti sono concordi e il cuore di questo primo episodio ruota attorno a tre personaggi: Alan Thompson, ricco uomo d’affari che si oppone al nuovo capo, ovvero Russel Payne; e in mezzo ai due il solo apparentemente distaccato figlio di Alan, White. Ma oltre ai micro-scenari della setta, lo sguardo degli autori si apre sul quadro storico e politico e tocca da vicino l’elezione al soglio pontificio di un nuovo papa.

Il fumetto si presenta in un formato di tavola che si rifà ai comics americani e del resto i toni supereoristici sono facili da rintracciare anche per i poteri che mostrano alcuni personaggi. Poteri che sono legati alla comprensione di un misterioso libro, Scisma, in grado di spalancare le potenzialità umane. E non ci sono solo umani a muoversi nella vicenda.

Se devo pensare ad un riferimento (ma non è facile per l’originalità del tema) mi viene in mente (con le dovute proporzioni) il clima che faceva da sfondo al capolavoro di Miller Il ritorno del cavaliere oscuro. Un clima da orlo del precipizio in cui qualcosa di gravissimo sta per accadere ed è tempo per scelte difficili e non necessariamente ‘giuste’.

La sceneggiatura scorre chiara supportata dai disegni belli e nello stesso tempo efficaci e funzionali di Lorenzo Nicoletti, bravo nel muoversi in una tavola libera e aiutato anche da un buon uso dei colori (sempre di Lorenzo).

A chi consiglio Scisma?

A chi ama i fumetti di spionaggio e di mistero, a chi crede che i fumetti di supereroi e legati al soprannaturale si possano fare anche in Italia (e bene), a chi ama il genere fantascienza distopica e discronica, a chi ama i thriller sociologici, a chi è curioso!

Buona lettura!

Ti potrebbero interessare

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *